L’Archivio Malaparte in mostra

Mostra bio-bibliografica su Malaparte e la Russia

In occasione del centenario dalla pubblicazione del primo pamphlet del giovane Kurt Erich Suckert, Viva Caporetto! (Prato 1921), la Fondazione Biblioteca di via Senato, sede dell’Archivio Malaparte, organizza un evento interamente dedicato al rapporto tra lo scrittore, l’URSS e la Russia di ieri e di oggi.

Intellettuale provocatorio, audace, con uno sguardo spesso brillante e lungimirante sugli eventi del suo secolo, Curzio Malaparte proprio in quel suo primo volume ragionava sull’idea che la Caporetto italiana e la rivoluzione d’ottobre fossero «facce diverse di uno stesso fenomeno […] movimenti paralleli, tesi ad un unico termine ma l’uno e l’altro da un diverso spirito animati». Li inquadrava così come gli avvenimenti iniziali della rivoluzione che ha preso piede in Europa nel 1917, scardinando le fondamenta del mondo moderno.

A Viva Caporetto! riconduciamo la prima battuta del dialogo ideologico e culturale tra Malaparte e la Russia, e alla riflessione sopra citata fa riferimento il titolo del convegno internazionale Facce diverse di uno stesso fenomeno. Malaparte e la Russia bolscevica a cent’anni dalla pubblicazione di Viva Caporetto!, che si svolge in Biblioteca di via Senato nella data del 26 novembre 2021.

Ad arricchire l’evento, la BvS apre al pubblico la sua sala per la mostra

Malaparte e la Russia. A cent’anni dalla pubblicazione di Viva Caporetto!

esponendo materiali bio-bibliografici dell’Archivio Malaparte, uno dei più cospicui e compositi fondi di persona in Italia, insieme a edizioni passate e recenti di testi malapartiani relativi al tema sovietico e a traduzioni in lingua russa prodotte dagli anni ’90 ad oggi.

Alla luce della recentemente indagata conoscenza tra Malaparte e Michail Bulgakov, tra i temi trattati nel corso del convegno, la Fondazione Biblioteca di via Senato ha inoltre aperto uno scambio con il Michail Bulgakov Museum of Moscow.

Dal 21 dicembre 2021 al 14 febbraio 2022 il Museo di Mosca espone, nella storica e letteraria sede dell’Appartamento n. 50 di via Bol’shaja Sadovaja, una selezione di riproduzioni di nostri materiali archivistici per la mostra intitolata alla seconda moglie di Bulgakov, Ljubov’ Belozerskaja, che ha menzionato Malaparte nelle sue memorie; al contempo, la nostra esposizione ospita riproduzioni digitali di documenti del Michail Bulgakov Museum, in esclusiva per l’occasione.

La riscoperta delle carte del nostro fondo e il loro dialogo con gli altri testi e documenti testimoniano quanto il tema russo negli studi malapartiani sia ricco di prospettive inedite e trasversali, e soprattutto quanto rappresenti un campo di ricerche e approfondimenti ancora in pieno divenire.

 

Mostra a cura di Carla Maria Giacobbe e Federico Oneta
Allestimenti a cura di Carla Maria Giacobbe, Federico Oneta, Gaudio Saracino, Arianna Borini, Mauro Pedilarco

 

DOVE

Sala Lettura, Biblioteca di via Senato, Via Senato 14, Milano.

QUANDO

Giovedì 25 novembre ore 16:00 – 18:00

Venerdì 26 novembre ore 09:00 – 18:00

Sabato 27 novembre ore 10:00 – 16:00

 

INGRESSO LIBERO